Tutto sui bike park, cosa sono, dove si trovano in Italia e come attrezzarsi

Una guida per orientarsi nel mondo dei Bike Park

Il Bike Park è un’esperienza adrenalinica per gli amanti della MTB che va provato almeno una volta, anche perchè vi scatterà subito la voglia di riprovarci…

Capiamo meglio però insieme cosa sono che differenza c’è con un trail park, quali sono i più importanti in Italia e come attrezzarsi per la massima sicurezza e divertimento.

Cos’è un bike park

Un bike park è un’area appositamente attrezzata per la pratica della mountain bike. Solitamente, è costituito da una serie di piste di diversa difficoltà, dotate di elementi come curve inclinate e spondate, salti, Gap, drop e altre strutture per il divertimento dei riders.

La risalità può essere meccanizzata sfruttando gli impianti di risalita per lo sci ma a volte ci sono anche  park che sfruttano il servizio di shuttle per la risalita.

Tipicamente offrono anche aree principianti e zone di Skill Training come pumptrack e Big Air oltre a stazioni di assistenza e ricarica per mountain bike.

Come funziona, regolamento

L’accesso ad un park è regolamentato da un sistema di pass giornalieri o abbonamenti stagionali.

Una volta entrati, si possono scegliere tra diversi percorsi, ognuno adatto a diverse esperienze di guida.

Gli operatori del parco verificano che ogni rider abbia il casco e le protezioni necessarie per evitare incidenti.

Curiosità: Cosa vuol dire Chicken Line in un bike park

Quanto costa in media un bike pass

Il prezzo di un pass varia in base alla durata dell’accesso e alla stagione. In media, un pass giornaliero costa tra i 20 e i 40 euro, mentre gli abbonamenti stagionali possono superare i 300 euro.

A cosa serve un bike park

Serve a offrire ai rider l’opportunità di divertirsi in totale sicurezza, grazie alla presenza di piste specifiche non aperte agli escursionisti e dotate di attrezzature protettive.

Aiutano migliorare le proprie abilità di guida e a trovare la giusta confidenza con la vostra MTB uscendo anche dalla confort zone ma sempre in sicurezza.

Dalla mia esperienza personale si guadagna molta sicurezza anche quando si esce poi successivamente in trail enduro.

Una nota a parte la riservo ai salti: a mio avviso da fare solo se avete fatto un corso preliminare di salti dove vi hano spiegato la tecnica. Sono la componente più a rischio, io li evito sempre passando per la Chicken Line, il percorso alternativo come viene scherzosalmente chiamato in gergo.

Differenza tra Bike Park e Trail mountain bike

Il park è diverso dai trail da enduro per la mountain bike, in cui il percorso è più naturale e non ci sono strutture artificiali come salti o curve inclinate.

Nei  park, al contrario, le piste sono appositamente costruite per offrire emozioni forti e garantire la sicurezza del biker.

Inoltre come anticipato la salita è con impianti a differenza dell’enduro più adatto alle emtb dove si sale anche pedalando o con Shuttle.

Quali tipi di Bike park esistono

Esistono differenti tipologie, a seconda della loro destinazione possono essere infatti progettati in modo totalmente diverso.

Ci sono quelli adatti per i rider più esperti, con piste ripide e impegnative, e quelli più facili, dedicati ai principianti.

Inoltre, ci sono park che si concentrano sulla disciplina del Downhill o gravity, ovvero la discesa, e altri che invece puntano sul flow, ovvero il divertimento sulle curve spondate e che sono anche meno stressanti fisicamente, insomma ce n’è per tutti i gusti.

Quando aprono i bike park

La maggior parte dei park sono aperti da maggio a settembre, ma ci sono anche bike park aperti tutto l’anno, come quelli indoor.

Bike Park Prato Nevoso

Come vestirsi per andare in bike park

Per la pratica del downhill è importante indossare indumenti adatti, come pantaloncini e maglie tecnici, oltre alle protezioni come casco integrale, ginocchiere, gomitiere e paraschiena per le discese più impegnative.

Normalmente potrete affittare in loco tutte le protezioni che vi servono, col tempo se vi appassionate vi consiglio di acquistarle.

bike park Paganella
Paganella, la partenza del Trail Willy Wonka

Ecco il nostro speciale proprio sull’abbigliamento corretto per andare in bike park.

Che mountain bike serve per andare in bike park

Per il bike park è consigliabile utilizzare una mountain bike da discesa, con sospensioni adeguate per assorbire gli urti delle discese: certamente Full con forcelle da almeno 170 per divertirsi veramente.

Con una bici da enduro potete provare ma per divertirsi veramente meglio provare con una mountain bike specifica per il gravity e il flow, a seconda delle vostre preferenze.

Tutti i bike park offrono servizi di noleggio con biglietti giornalieri integrati anche con il pass di accesso agli impianti di risalita.

Quanti sono i bike park in Italia

In Italia ci sono più di 50 strutture, diffuse su tutto il territorio nazionale

Quali sono i più belli in Italia?

In Italia ci sono numerosi park spettacolari per gli amanti della MTB, ma ecco una lista dei migliori in base alle nostre esperienze personali.

Alpi

In Appennino

Ognuno di questi park offre un’esperienza di guida unica e indimenticabile, con piste di diversa difficoltà, strutture adrenaliniche e panorami molto belli.

Tutti i bike park

Eccovi comunque una lista di altre ottime strutture in Italia:

Bike park all’estero

Eccovi anche alcune guide di strutture da non perdere.

Bike park in Francia

In Francia ad esempio

Bike Park in Svizzera

Ed ora la Svizzera:

Informazioni su mtb-mania 227 Articoli
Dopo la grande passione per lo sci che mi ha portato alla creazione di Skimania.it non poteva mancare la Mountain Bike seconda mia passione totale che ho trasmetto ai miei figli Alessandro e Francesco Grea. Mi chiamo Fabrizio Grea e pratico da oltre 10 anni MTB sia a livello di bike park che di tour enduro prevalentemente in Valtellina ma amo anche spaziare nei trail di altre regioni in Italia e all'estero. Amo sia la "muscolare" che l'emtb, molto diverse e che danno entrambe soddifazione se usate correttamente con il gruppo di amici Paolo, CLaudio Massimo, Benny e Roberto, veri boomer. Pratico anche ciclismo su strada ed amo andare in ufficio con la mia Brompton, un vero maniaco delle due ruote. Contenuto sponsorizzato: Mtb-mania,it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Mtb-mania,it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.