Cosa vuol dire gap in MTB

Solo per veramente esperti

Cos’è un gap in MTB: se siete amanti della mountain bike, è probabile che tu abbia sentito parlare di “gap” nel contesto dei percorsi trail. Ma cosa significa esattamente questa parola? In questo articolo, vi spiegherò cosa vuol dire gap per un trail in MTB

Cos’è un gap nel mountain biking?

Il termine “gap” deriva dall’inglese e significa “spazio vuoto” o “interruzione“. Nel contesto dei percorsi trail in mountain bike, un gap è un salto naturale o costruito artificialmente che richiede al biker di saltare da un punto all’altro senza toccare il terreno intermedio.

I gap possono essere creati da ostacoli come rocce, tronchi d’albero, corsi d’acqua o anche da sezioni di terreno rialzate appositamente costruite per aggiungere difficoltà al percorso. Nei bike park ogni Gap può essere evitato grazie alle Chicken line.

Tipologie di gap nel mountain biking

Esistono diverse tipologie di gap che si possono incontrare sui sentieri, tra cui:

  1. Naturali: Sono creati dagli elementi naturali del terreno, come rocce, radici, o piccoli torrenti. Sono comuni sui sentieri più selvaggi e nelle aree montuose.
  2. Artificiali: Sono costruiti dall’uomo per aumentare la difficoltà e l’esperienza di guida su un trail. Possono includere salti con rampe di lancio e atterraggio, o semplicemente sezioni di terreno rimosse per creare l’interruzione.
  3. Long Gap di distanza: Si riferiscono a salti che richiedono al biker di percorrere una certa distanza orizzontale per superare il fosso. Questi gap possono essere sia naturali che artificiali e mettono alla prova la velocità e la precisione del ciclista.
  4. Vertical Gap: Sono salti che richiedono al biker di superare un’ostacolo verticale, come un muro o una roccia. Anche in questo caso, possono essere sia naturali che artificiali.
  5. Roadgap: una variante popolare è il roadgap, in cui si salta di solito una strada non asfaltata. Spesso il punto di partenza è situato sopra il punto di arrivo, per facilitare il salto di grandi distanze, simile ad un salto con discesa a gradini (step-down).

Cosa vuol dire gap in MTB

Come affrontare i gap sui trail MTB

Non sono per tutti, solo i rider più esperti li possono affrontate evidentemente: fra la base di stacco e l’atterraggio c’è proprio un vero e proprio fosso tipicamente, finirci dentro non sarebbe il massimo.

Affrontare un gap può essere un’esperienza emozionante e gratificante, ma richiede anche una buona dose di abilità e tecnica.

Ecco alcuni consigli su come affrontare i gap in sicurezza:

  1. Valutate il gap: Prima di tentare un salto, esamina attentamente il gap e valuta la difficoltà. Cerca di capire la distanza, l’altezza e la traiettoria necessaria per superarlo in sicurezza.
  2. Gestisci la velocità: La velocità è fondamentale quando si affronta un gap. Troppa velocità può portare a saltare troppo in lungo, mentre troppa poca velocità potrebbe non permetterti di superare il buco. Devi fare pratica anche su un air bag o su salti più piccoli prima di affrontare gap più grandi.
  3. Tecnica di salto: Per superare un gap, è importante padroneggiare la tecnica di salto corretta. Compressione, estensione e posizionamento del corpo sono tutti elementi chiave nella realizzazione di un salto di successo.
  4. Atterraggio: Un atterraggio morbido e controllato è fondamentale per evitare danni alla bici e al corpo. Cerca di atterrare con entrambe le ruote contemporaneamente e di assorbire l’impatto piegando le ginocchia e i gomiti.

In conclusione, il termine “gap” nei trail MTB si riferisce a un’interuzione nel terreno che richiede al rider di saltare da un punto all’altro senza toccare il terreno intermedio.

Affrontare i gap può essere un’esperienza emozionante e gratificante, ma è importante padroneggiare le tecniche di salto e atterraggio corrette per garantire una guida sicura e divertente.

Scopri tutto sulla terminologia della mountain bike

Informazioni su mtb-mania 234 Articoli
Dopo la grande passione per lo sci che mi ha portato alla creazione di Skimania.it non poteva mancare la Mountain Bike seconda mia passione totale che ho trasmetto ai miei figli Alessandro e Francesco Grea. Mi chiamo Fabrizio Grea e pratico da oltre 10 anni MTB sia a livello di bike park che di tour enduro prevalentemente in Valtellina ma amo anche spaziare nei trail di altre regioni in Italia e all'estero. Amo sia la "muscolare" che l'emtb, molto diverse e che danno entrambe soddifazione se usate correttamente con il gruppo di amici Paolo, CLaudio Massimo, Benny e Roberto, veri boomer. Pratico anche ciclismo su strada ed amo andare in ufficio con la mia Brompton, un vero maniaco delle due ruote. Contenuto sponsorizzato: Mtb-mania,it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Mtb-mania,it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.