Guida ai pedali con attacco magnetico per la Mountain Bike

Ancora poco diffusi, scopriamoli insieme

Molti utenti ci hanno scritto per chiedervi di valutare l’efficacia di un acquisto di pedali con attacco magnetico per la Mountain Bike, noti anche come pedali magnetici che possono essere una alternativa ai pedali flat o a quelli con attacchi fissi a sgancio rapido SPD, Clipless o a quelli a Doppia Funzione.

Sono un’innovazione relativamente nuova nel ciclismo che utilizza magneti per aiutare a fissare il piede al pedale. Questo sistema può offrire una connessione più facile tra la scarpa e il pedale e permettere un distacco più semplice rispetto ai sistemi tradizionali a clip o SPD.

Vengono utilizzati anche sulle bici Gravel o bici da strada.

Ecco la risposta da alcuni utenti che li usano regolarment sulla propria MTB con i pro & contro di questo sistema ma prima capiamo anche meglio come sono fatti, la loro struttura ed il loro funzionamento.

Cosa sono e come funzionano i pedali magnetici per mtb?

I pedali magnetici  sono stati progettati come una via di mezzo tra i pedali flat e quelli clipless standard.

Non sono dotati di una salda connessione meccanica paragonabile a quella dei pedali clipless standard, quindi aiutano a spingere in salita ma non bloccano i piedi in discesa ad esempio come quelli a sgancio rapido.

La forza dei magneti può essere influenzata da diversi fattori, tra cui le dimensioni del magnete stesso, lo sporco, l’usura e la direzione della forza applicata.

Questa tipologia di pedali si chiamano anche REMtech in inglese (“Rare Earth Magnet“) ed utilizzano tipicamente due magneti al neodimio (il metallo raro ndr) che sono inseriti in un corpo del pedale flat, che per il resto è assolutamente  tradizionale.

  • I magneti sono fissati con 15 perni rimovibili per lato.
  • Sono alloggiati in un corpo in nylon composito che può ruotare di circa 30° in entrambe le direzioni, rispetto al resto del corpo del pedale.
Pedali con attacco magnetico per la Mountain Bike
Pedali con attacco magnetico per la Mountain Bike Magped

I pro: facili da agganciare e sganciare

Fra i punti a favore va citata la facilità di aggancio e sgancio: basta appoggiare il piede e alzarlo verso l’alto per sganciarsi dal pedale.

Molto più facile rispetto ai pedali a sgancio rapido che specialmente in una mountain bike con sporco e fango a volte può essere non facilissimo.

I contro: meno grip sul pedale

Hanno meno presa rispetto a quelli a sgancio rapido e su salti e discese non garantiscono supporto reale.

Lo svantaggio ulteriore è anche relativo al peso, nella versione enduro parliamo di un mezzo kg in più.

Chi produce pedali con attacco magnetico

Ad esempio l’azienda Austriaca Magped.

Quanto costano?

Costano circa 150-180 euro.

Vediamo ora alcuni modelli sul mercato

Magped Enduro2 150

Sono pedali magnetici a doppia faccia, estremamente robusti per i ciclisti di trail, enduro e downhill. Sono realizzati in alluminio lavorato a CNC, sono leggeri e resistenti. Offrono una forza di trazione di 15 kg e sono adatti a rider di enduro fino a 80 kg. Sono compatibili con le scarpe SPD

Q&A: le vostre domande e risposte sui pedali con attacco magnetico

Come sempre spazio massimo alle vostre domande.

Sono davvero utili i pedali con attacco magnetico per la Mountain Bike?

Potremmo sintetizzate che rappresentano  un compromesso tra  pedali flat e pedali ad aggancio anche se la la condotta di guida è simile quella flat.

Il magnete (anche quello da 200) non è paragonabile ad un attacco e il beneficio lo si ottiene solo su terreni poco “scassati” su cui il piede sobbalza di meno

Non offono la possibilità di “alzare” la bici con i piedi, come invece è possibile fare con i pedali con attacco.

Possono essere un passo evolutivo se siete abituati ai flat  e se non vi fidate troppo  del rapporto con gli attacchi, per coloro che vogliono avere la sensazione di avere la bici più attaccata senza rischiare di non riuscire a sganciare i piedi

Sono efficaci in salita?

Ecco cosa ci scrive Andrea: “Grazie per i chiarimenti, ho capito che chiaramente non hanno la tenuta di un attacco vero e proprio in fase trazione ma, pur senza arrivare a “alzare” la bici, danno la possibilità in fase di salita del pedale di tirarlo su almeno quanto basta per avere una pedalata rotonda come con gli attacchi?”

La risposta è si, aiutano in salita se posizionate bene magnete e placchette, ti danno la possibilità di una pedalata più rotonda sempre al prezzo del peso in più però.

Che scarpe devo usare per i pedali magnetici?

Come per quelli con attacco, dovete semplicemente avere una calzatura che permetta di inserire una piccola placca in metallo  esattamente nello stesso punto in cui si inserirebbe l’aggancio del pedale SPD. Sconsiglio di inserirlo nella che soletta delle scarpe sia per scomodità per avere una maggiore presa.

La placchetta di connessione, prodotta in acciaio inossidabile con finitura anti-ruggine, è progettata per essere universale e si adatta a qualsiasi calzatura che possieda il sistema di fissaggio SPD. Questa placchetta si installa velocemente, utilizzando due viti standard (o tre per il modello ROAD), garantendo un montaggio rapido e semplice. I pedali magnetici che accompagnano questa placchetta si distinguono per la loro affidabilità e prestazione ottimale anche quando si pedala in condizioni di terreno bagnato o fangoso. Il design sottile e discreto della placchetta consente agli utilizzatori di camminare naturalmente, come farebbero indossando scarpe tradizionali, senza sporgenze fastidiose dalla suola.

Le nostre conclusioni sui pedali con attacco magnetico per Mountain Bike

Caratteristica Descrizione Vantaggi
Sistema di attacco Attacco magnetico combinato con un meccanismo meccanico standard Facilità di aggancio e sgancio; connessione sicura
Forza del magnete Magneti di alta qualità con forza regolabile Personalizzazione dell’attrazione in base al peso del ciclista e alle preferenze
Compatibilità Compatibili con molte scarpe da ciclismo MTB standard Non è necessario acquistare scarpe speciali
Materiali Leghe leggere e resistenti all’abrasione Durabilità e resistenza in condizioni di MTB
Manutenzione Design a basso profilo che riduce l’accumulo di fango Manutenzione semplificata e prestazioni costanti

Altri consigli per la vostra MTB

Da non perdere:

Informazioni su mtb-mania 227 Articoli
Dopo la grande passione per lo sci che mi ha portato alla creazione di Skimania.it non poteva mancare la Mountain Bike seconda mia passione totale che ho trasmetto ai miei figli Alessandro e Francesco Grea. Mi chiamo Fabrizio Grea e pratico da oltre 10 anni MTB sia a livello di bike park che di tour enduro prevalentemente in Valtellina ma amo anche spaziare nei trail di altre regioni in Italia e all'estero. Amo sia la "muscolare" che l'emtb, molto diverse e che danno entrambe soddifazione se usate correttamente con il gruppo di amici Paolo, CLaudio Massimo, Benny e Roberto, veri boomer. Pratico anche ciclismo su strada ed amo andare in ufficio con la mia Brompton, un vero maniaco delle due ruote. Contenuto sponsorizzato: Mtb-mania,it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Mtb-mania,it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.