Scopriamo dal Canada la Forbidden Druid V2

Benvenuti alla nostra ultima recensione della Forbidden Druid V2, una mountain bike canadese che sta ridefinendo il modo in cui si affrontano i trail.

La Forbidden Bike è una marca canadese di biciclette da montagna. L’azienda è conosciuta per la produzione di biciclette ad alte prestazioni per downhill e enduro. Le biciclette Forbidden sono progettate per affrontare terreni impegnativi e offrire una guida stabile e controllata, scopriamo ora la Druid v2, partendo da un video

Video della Forbidden Druid V2

Caratteristiche tecniche della Forbidden Druid V2

Partiamo dalle basi. La Druid V2 vanta 130mm di escursione posteriore, 150mm all’anteriore, un telaio completamente in carbonio e monta ruote da 29 pollici, con l’opzione di passare a mullet. Ma c’è qualcosa che cattura immediatamente l’attenzione – il forcellino della catena ad alto fulcro, un design intelligente per contrastare l’allungamento della catena dal sistema di sospensione unico Trifecta.

Questa sospensione a quattro leveraggi invertiti dà alla ruota posteriore una traiettoria all’indietro, permettendole di assorbire gli urti “accordandosi” con essi, simile al concetto trovato sulla nuova Trek Slash, ma per una mountain bike da trail. E grazie alla nuova trasmissione Eagle AXS T-Type di SRAM, non c’è bisogno di dispositivi aggiuntivi di tensionamento della catena.

Dal punto di vista della geometria, ha un angolo di sterzo di 65° e un angolo di sella di 77° sulla taglia S3.

La reach è di 480mm, mentre la lunghezza del forcellino della catena – un sostanzioso 452mm sulla taglia S3, aumenta mentre la sospensione si comprime, contribuendo alla sua guida unica.

Il peso della bici è di 15,3kg, pedali inclusi ma grazie al lungo forcellino, la ruota anteriore rimane a terra, rendendo agevoli anche le salite ripide.

La Druid V2 ha 130mm / 150mm di escursione con la sospensione  sensibile alle piccole asperità che diventa progressivamente più ferma per prevenire il fondo corsa.

Il lungo forcellino richiede un certo adattamento e richiede una posizione di guida più aggressiva permettando più facilmente manovre come nose press e bunny hop

Il telaio della Druid V2 sfoggia un aspetto moderno e angolare, con passaggio dei cavi interno, ma non guidato. C’è un vano portaoggetti sotto il tubo superiore per una camera d’aria di scorta, un generoso protettore del forcellino della catena e un design ordinato del tubo sella.

I freni sono  SRAM Code e il manubrio in alluminio Burgtec largo 800mm.

Altre mountain bike da scoprire

Informazioni su Francesco Grea 71 Articoli
Ciao a tutti, sono Francesco Grea, un giovane appassionato di mountain bike e collaboratore di Mtb-mania.it. Insieme a mio fratello Alessandro, ho ereditato la passione per la MTB da nostro padre. Fin da piccolo, ho sempre amato esplorare i sentieri in sella alla mia mountain bike. Oggi, continuo a dedicare gran parte del mio tempo libero a questo sport, affrontando con entusiasmo sia i bike park che i percorsi enduro. La Valtellina è il mio territorio preferito, ma non rinuncio mai all'occasione di scoprire nuovi trail in altre regioni italiane e all'estero. Mi piace sperimentare diverse tipologie di mountain bike, dalle classiche "muscolari" alle innovative eMTB a pedalata assistita. Ogni bici offre un'esperienza unica e mi permette di affrontare i sentieri da prospettive sempre nuove. Oltre a pedalare, mi dedico con passione alla scrittura di articoli per Mtb-mania.it. Attraverso i miei pezzi, cerco di condividere con i lettori le mie conoscenze tecniche, le recensioni di attrezzature e percorsi, e i consigli su come vivere al meglio la propria avventura in MTB. Nonostante la mia giovane età, ho maturato una buona esperienza nel mondo della mountain bike. Il mio obiettivo è portare sul sito una ventata di freschezza, rappresentando il punto di vista e le esigenze dei giovani appassionati come me. Sono molto interessato al mercato, ai nuovi modelli di mtb in uscita. Spero che i miei articoli possano trasmettere il mio entusiasmo per la MTB e ispirare sempre più persone a scoprire questo meraviglioso sport. Non vedo l'ora di condividere con voi le mie prossime avventure sui sentieri!s