Reggisella Telescopico per Mountain Bike, si o no?

Reggisella Telescopico

Se siete indecisi sull’acquisto di un reggisella telescopico per la vostra Mountain Bike, ecco l’approfondimento che fa per voi.

Molti biker affermano che averne uno è essenziale, ma altri sono indecisi sul fatto che possa davvero cambiare la vita. Scopriamolo insieme.

Cos’è e a cosa serve il reggisella telescopico?

Il reggisella telescopico nasce per le mountain bike e aumenta e diminuisce l’altezza della sella tramite un pulsante o una leva sul manubrio (telecomando).

In altre parole, quando siete seduti, premete la leva e il peso del vostro corpo abbasserà la sella. Quando si è in piedi, premere nuovamente la leva e la sella si alzerà automaticamente fino alla posizione di guida preimpostata.

La leva è azionata meccanicamente con il classico cavo d’acciaio, facile da installare che viene inserito all’interno del telaio per un aspetto migliore.

Il reggisella telescopico serve ad aumentare la sicurezza nelle discese tecniche, poiché il corpo è posizionato più in basso e all’indietro senza che la sella limiti i movimenti.

Il baricentro si abbassa, migliorando la stabilità su trail veloci, nelle curve asciutte e su salti o drop. Senza la sella tra le gambe, si ha molta più libertà di movimento. In effetti, con questo tipo di reggisella è possibile scegliere anche selle più lunghe ed ergonomiche, poiché il fattore di ingombro fuori sella è molto più basso.

Salvatore dice “Cambia veramente tanto, bastano 6/7 cm per una front che ti fanno fare cose in discesa che prima non avrei mai immaginato. Soprattutto offre la sicurezza di avere più libertà di movimento e buttare il sedere sulla ruota dietro e già solo il sapere che puoi farlo ti spinge ad andare oltre.”

Come scegliere al meglio un reggisella telescopico?

La scelta di un reggisella telescopico non si basa esclusivamente sulle preferenze personali. Prima di decidere, è necessario prendere in considerazione aspetti quali il passaggio dei cavi, il diametro e la lunghezza complessiva del montante. La buona notizia è che esiste un’ampia gamma di opzioni.

Ci sono cinque fattori chiave nella scelta:

  • Tipo di passaggio dei cavi: interno o esterno
  • Diametro del tubo della sella
  • Lunghezza della corsa
  • Lunghezza di inserimento
  • Altezza della sella desiderata

Andiamo per ordine.

Percorso dei cavi: all’interno o all’esterno del telaio?

Una delle prime cose da verificare prima di acquistare un reggisella telescopico è se la vostra bicicletta è compatibile con un passaggio cavi interno o esterno.

Il cavo del reggisella telescopico, infatti, può essere fatto passare sia all’interno del telaio della bicicletta, grazie a una serie di canali e fori integrati, sia all’esterno, con cinghie o morsetti.

Diametro del tubo sella

I reggisella sono disponibili nei diametri 27,2 / 30,9 / 31,6 e 34,9 mm. È essenziale far coincidere il diametro del reggisella con quello del tubo sella.

Un semplice suggerimento per trovare le informazioni è quello di rimuovere il reggisella attuale e cercare i numeri stampati/incisi su di esso, oppure potete anche controllare le specifiche della vostra bicicletta online.

Lunghezza della corsa / Lunghezza del reggisella telescopico

La “lunghezza della corsa” è la distanza massima a cui il sedile può essere sollevato o abbassato quando si aziona il pulsante.

Per l’Enduro, il Trail o il Downhill si consiglia di utilizzare un tubo obliquo con un’escursione maggiore. Questo non solo aumenta la sicurezza, ma offre anche più spazio per la discesa.

Quali sono le dimensioni totali?

Per quanto riguarda le dimensioni totali, sul mercato ce ne sono principalmente due: 380 e 420 mm.
Il numero si riferisce alla misura tra l’estremità dello stelo e le guide della sella, con lo stelo completamente rilassato. Il 380 si adatta a quasi tutti, il 420 è obbligatorio solo per alcuni telai molto bassi.

Qual è l’escursione del reggisella?

L’escursione dei reggisella telescopici varia da 65 mm a 200 mm ma è spesso di 100 mm per un telaio XS, 125 mm per un telaio S/L e 150 mm per un telaio L/XL.

Per quanto riguarda l’escursione: se si prende un’escursione eccessiva, ad esempio 150 mm su una taglia S, si rischia di fare un danno. Normalmente si imposta il reggisella in modo che nella posizione alta ci si trovi in una buona posizione di pedalata, ed in modo che quando lo si abbassa non dia fastidio.

Ma immaginiamo che su una taglia S con il 150 mm, lo si alzi al massimo, il rischio è trovarsi con la sella troppo alta… Sarà un pasticcio perché ogni volta che lo si usa bisognerebbe dispiegarlo completamente e poi ritrarlo per avere una buona posizione di pedalata: non sarebbe affatto pratico.

La cosa più affidabile da fare è misurare, con il reggisella fisso tradizionale, la distanza tra le guide della sella e il morsetto del reggisella che lo fissa al telaio.

Il modo corretto di misurare l’altezza della sella è dal centro del perno del pedale alla parte superiore della sella

Con questa misura, potremo vedere la corsa massima di cui avete bisogno sul telescopico.

Lunghezza di inserimento

La lunghezza di inserimento è la parte dello stelo che si trova all’interno del telaio: è la distanza tra la parte superiore del morsetto del reggisella e la parte inferiore dello stelo. Questo può diventare un problema quando si utilizza un modello a lunga escursione su un telaio piccolo.

Altezza della sella desiderata

L’ultimo passo da compiere quando si cambia reggisella è scoprire/misurare l’altezza attuale della sella per assicurarsi che il reggisella telescopico permetta di replicare la configurazione attuale.

Ideale per le discese estreme, da valutare se si cerca la leggerezza

Un problema è sicuramente il peso: i prodotti più leggeri superano i 400 grammi.

Se praticate l’enduro, l’all-mountain, il downhill o se amate sentieri tecnici, il peso non è certo un problema, ma lo sono la funzionalità e la sicurezza della regolazione automatica della sella.

Diverso è il discorso per chi ama il cross country, dove le discese estreme sono brevi e sempre intervallate da salite. Si deve comunque pedalare e non è più così importante abbassare la sella, soprattutto quando aumenta il peso della bicicletta. Se pi avete una eMTB assolutamente il fattore peso va in secondo piano.

Che manutenzione richiede un reggisella telescopico?

L’aspetto della manutenzione vale per tutti: con il fango, ad esempio, questo tipo di reggisella a volte ha problemi di risalita. È molto importante controllarlo e utilizzare un lubrificante.

Qual’è il miglior reggisella telescopico?

Vediamo qualche modello scelto per voi.

Fox Transfer Performance Elite

Il reggisella telescopico Fox Transfer Performance Elite è un classico. Per il 2022 Fox ha aggiornato il reggisella Transfer, riducendo il peso, la profondità di inserimento e aggiungendo un’opzione di lunghezza della corsa di 200 mm. Fox ha anche realizzato un nuovo manubrio 1x e ha reso più facile la manutenzione dei componenti interni.

Una delle nostre caratteristiche preferite è il morsetto sella a basso profilo che mantiene l’altezza dell’attacco manubrio a un minimo di 44 mm e lascia molto spazio per muovere il corpo nelle discese più ripide.

  • Peso: 636 g
  • Lunghezza della corsa: 100 mm, 125 mm, 150 mm, 175 mm, 200 mm
  • Diametri: 30,9 mm, 31,6 mm.
  • Lunghezza massima: 308,6 mm (corsa 100 mm), 363,5 mm (corsa 125 mm), 418,3 mm (150 mm), 475,1 mm (corsa 175 mm), 530,7 mm (corsa 200 mm)

Ne trovate anche su Amazon: https://amzn.to/3t2jFmY

RockShox Reverb AXS

Il reggisella telescopico Reverb AXS è il modello di punta di RockShox. Basandosi sulle prestazioni del Reverb idraulico, l’AXS elettrico fa un ulteriore passo avanti nella facilità d’uso.

Il pulsante è particolarmente leggero e facile da azionare e l’attacco manubrio non richiede l’inserimento di una leva, rendendo l’utilizzo più intuitivo, anche su terreni accidentati. L’assenza di cavi facilita l’assemblaggio.

  • Peso: 650 g
  • Lunghezza della corsa: 100 mm, 125 mm, 150 mm, 175 mm, 200 mm
  • Diametri: 30,9 mm, 31,6 mm, 34,9 mmLunghezza massima: 440 mm

Lo trovate qui in vendita su Amazon: https://amzn.to/3fKbsk6

KS LEV Integra

  • Peso: 484 g (senza telecomando e cavo)
  • Lunghezza della corsa: 100 mm, 125 mm, 150 mm, 175 mm
  • Diametri: 27,2 mm, 30,9 mm, 31,6 mm, 34,9 mm
  • Lunghezza massima: 450 mm

Il reggisella telescopico KS LEV è leggero, economico, disponibile in molte opzioni e molto affidabile. È sul mercato da qualche tempo, ma è ancora un ottimo valore.
Il suo peso ridotto piacerà ai ciclisti cross-country/trail e c’è anche una versione da 27,2 mm (corsa da 100 mm) per le bici semirigide o Gravel.

Bike Yoke 400 mm

Fabrizio Nocetti ci consiglia anche il bike yoke 400mm escursione 100 “devo dire fenomenale, qualità eccellente e peso 400 grammi”.

Quanto costa un reggisella telescopico

Possiamo dire che i prezzi partano dai 120 – 130 Euro per salire sino a 350, 400 euro per i modelli più performanti sino agli oltre 700 euro del RockShox Reverb.

Q&A: Domande e risposte

Come sempre spazio alle vostre domande più comuni.

Esistono anche reggisella Wireless elettronici?

La maggior parte delle selle telescopiche sono azionate da un cavo, anche se esistono alcuni reggisella telescopici elettrici senza fili.

Quanto deve entrare il reggisella?

Dipende dal modello, si parte da un minimo di escursione di 75mm sino a 150 o 200 mm. Quelli con poca escursione, se siete alti e uno ha la gamba un po’ lunga possono essere fastidiosi.

Più è pregiato meno gioco ha sia verticale che laterale.

Esistono reggisella anche ammortizzati?

Federico scrive” ho letto che ci sono quelli che ammortizzano tipo molla . Ne sapete qualcosa?”

Si chiamano reggisella a sospensione, sono dotati di un sistema di smorzamento in elastomero che consente di assorbire impatti leggeri e filtrare alcune vibrazioni senza generare un pompaggio eccessivo, non devono essere confusi con quelli telescopici che sono fissi.

Esistono reggisella telescopici anche per Gravel o bici da Cross-Contry?

Se desiderate acquistare un reggisella telescopico per queste tipologie di bici, vi consigliamo di optare per un reggisella con un’escursione più breve.

La lunghezza complessiva del reggisella è direttamente correlata alla lunghezza dell’escursione (cioè più lunga è l’escursione, più lungo è il reggisella). Poiché questi tipi di bici hanno spesso ostruzioni nel tubo sella che impediscono l’inserimento di un reggisella rispetto alle moderne mountain bike, è probabile che la vostra bici sia compatibile solo con un reggisella più corto.

Quanto peso aggiunge un reggisella telescopico?

Ad esempio il Foti Fox Racing Shox Transfer SL Factory pesa intorno ai 380grammi, in media siamo sui 400-500 grammi.

La nostra opinione finale

La mia opinione è dovrebbero essere di serie su tutte le Mountain Bike. Quei pochi grammi in più danno molto più sicurezza e controllo. A chi fosse indeciso lo consiglio ad occhi chiusi, capiranno dopo la prima uscita, anzi la prima discesa quanto ne vale la pena.

Altri consigli la vostra Mountain Bike

Tanti approfondimenti da leggere per voi: