Cos’è il carro di una mountain bike e come influisce sulle prestazioni

Specialmente se vi state approcciando al mondo della mtb vi sarete posti almeno una volta questa domanda: cos’è il carro in una Mountain bike?

In generale, la scelta della lunghezza del carro è molto importante ed è un compromesso tra maneggevolezza, stabilità e confort, e dipende dalle vostre esigenze e preferenze personali.

La miglior cosa da fare è provare diverse mountain bike con carri di lunghezza diversa e scegliere quella che si adatta meglio al vostro stile di guida

Scopriamolo meglio insieme.

Cos’è il carro in una Mountain bike

Il carro è una delle parti fondamentali del telaio di una mountain bike.

Si tratta della struttura che collega il movimento centrale alla ruota posteriore. Il carro è composto da due foderi, cioè due tubi che corrono paralleli alla ruota posteriore, e dalle due piastre laterali che collegano i foderi al movimento centrale.

Il carro ha un ruolo importante nella stabilità e nella maneggevolezza della mountain bike.

La lunghezza del carro influisce sulla distanza tra gli assi delle ruote e sulla distribuzione del peso sulla bici.

Un carro più lungo, ad esempio, rende la mountain bike più stabile su terreni accidentati, ma può comprometterne la maneggevolezza nei percorsi più tecnici.

Deve essere sufficientemente rigido per trasferire la potenza delle pedalate alla ruota posteriore, ma allo stesso tempo in grado di assorbire gli urti e le vibrazioni del terreno.

Per questo motivo, i telai delle mountain bike di alta gamma sono spesso realizzati in leghe di alluminio o in fibra di carbonio, materiali che garantiscono una buona rigidità e resistenza torsionale, ma anche un’ottima capacità di assorbimento degli urti.

Che lunghezze di carro esistono per la mtb

Le lunghezze variano a seconda del tipo di mtb e dell’utilizzo previsto.

Eccovi le lunghezze tipiche per i diversi tipi di mountain bike:

Mtb da Cross country (XC): sono generalmente più corti, solitamente compresi tra i 420 e i 450 millimetri. Questo perché le bici da XC sono progettate per essere leggere e reattive, il che richiede un carro più corto.

Trail/All-mountain: le mountain bike da trail o all-mountain hanno di solito un carro più lungo rispetto alle bici da XC, con lunghezze che vanno dai 430 ai 470 millimetri. Questo perché le bici da trail devono essere in grado di affrontare terreni più impegnativi, senza perdere troppo in maneggevolezza.

Enduro: sono progettate per la discesa su terreni impegnativi, e di conseguenza hanno un carro più lungo rispetto alle bici da XC o da trail. Le lunghezze solitamente variano dai 440 ai 475 millimetri.

Downhill (DH): nascono per la discesa su terreni estremi e di conseguenza hanno carri molto lunghi per garantire una maggiore stabilità. Le lunghezze possono superare i 500 millimetri.

È importante notare che queste lunghezze sono solo indicative e possono variare a seconda del produttore, del modello e della taglia della mountain bike. Inoltre, la lunghezza del carro deve essere considerata insieme ad altri fattori, come la lunghezza del tubo superiore, l’angolo di sterzo e l’angolo del tubo sella, per ottenere una mountain bike equilibrata e adatta alle proprie esigenze.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un carro più corto?

Un carro più corto su una mountain bike ha alcuni vantaggi e svantaggi, che dipendono dalle esigenze del rider e dal tipo di terreno su cui si pedala.

Ecco per prima cosa i vantaggi:

  • Buona maneggevolezza: rende la mountain bike più agile e reattiva nei percorsi tecnici, perché riduce la distanza tra le ruote e il baricentro della bici.
  • Maggiore rapidità nei cambi di direzione:  consente di cambiare rapidamente la direzione della mountain bike, il che può essere utile in situazioni come le curve strette o le sezioni di singletrack.
  • Maggior controllo: conferisce alla mountain bike una maggiore sensazione di controllo, perché la mtb sembra più “compatta” e quindi più facile da manovrare.

Ma ha anche qualche svantaggio:

  • Minore stabilità:  può rendere la mountain bike meno stabile a velocità elevate o su terreni molto irregolari, perché la distanza tra le ruote è ridotta.
  • Minor Confort: può aumentare la sensazione di vibrazioni e urti che vengono trasmessi alla bici, perché la lunghezza del carro influenza anche l’assorbimento degli urti.
  • Un carro corto può infine limitare la possibilità di utilizzare pneumatici di grandi dimensioni come le 29 o di montare ruote con un’ampia larghezza.

In generale, la scelta tra un carro corto o lungo dipende dalle preferenze del rider e dal tipo di percorso su cui si intende utilizzare la mountain bike. Una mountain bike con un carro corto può essere più adatta a percorsi tecnici e impegnativi, mentre una con un carro lungo può essere più confortevole e stabile su percorsi più veloci e aperti.

Come posso determinare quale lunghezza è più adatta alle mie esigenze?

E’ importante considerare diversi fattori, tra cui il vostro stile di guida, il tipo di terreno su cui girate di solito ma anche la vostra altezza e la lunghezza delle gambe.

In generale, se siete un rider che predilige un approccio più aggressivo e tecnico alla mountain bike, meglio un carro più corto, che rende la mtb più maneggevole e agile. Se invece cercata maggiore stabilità e confort su terreni più veloci e aperti, potreste preferire un carro più lungo.

Tuttavia, la lunghezza del carro non può essere considerata da sola, ma deve essere valutata insieme ad altre caratteristiche del telaio, come l’angolo di sterzo, l’angolo del tubo sella e la lunghezza del tubo superiore.

La scelta dipende anche dall’ altezza e dalla lunghezza delle gambe: se siete alti e avete gambe lunghe, meglio un carro leggermente più lungo per mantenere una posizione di guida confortevole e stabile.

Tutto sulla MTB

Altri approfondimenti da leggere per conoscere meglio la vostra mountain bike

Informazioni su mtb-mania 234 Articoli
Dopo la grande passione per lo sci che mi ha portato alla creazione di Skimania.it non poteva mancare la Mountain Bike seconda mia passione totale che ho trasmetto ai miei figli Alessandro e Francesco Grea. Mi chiamo Fabrizio Grea e pratico da oltre 10 anni MTB sia a livello di bike park che di tour enduro prevalentemente in Valtellina ma amo anche spaziare nei trail di altre regioni in Italia e all'estero. Amo sia la "muscolare" che l'emtb, molto diverse e che danno entrambe soddifazione se usate correttamente con il gruppo di amici Paolo, CLaudio Massimo, Benny e Roberto, veri boomer. Pratico anche ciclismo su strada ed amo andare in ufficio con la mia Brompton, un vero maniaco delle due ruote. Contenuto sponsorizzato: Mtb-mania,it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Mtb-mania,it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.